S

Se vi trovate qui, in questo mio nuovo blog, e’ forse perché state per comprare una macchina fotografica digitale per avvicinarvi alla fotografia. Lo volete fare o magari l’avete già fatto. Qualunque sia la vostra storia é comunque comprensibile il fatto che vi sentiate spaesati. Avete presente quando andate in un posto dove non siete mai stati? Quando cercate di orientarvi a vista e non ci capite nulla? Bene! Benvenuti nel club!

Mi ricorderò sempre la mia prima compattina e due fari da cantiere in una piccola e umida cantina a casa mia, a Predazzo in Val di Fiemme. Provavo con tutte le mie forze a scattare delle foto commerciali per una piccola ditta e tutto mi sembrava impossibile, difficilissimo!

Quando cominciate con la fotografia digitale, quello che vi serve é di sicuro molto lontano dalla migliore attrezzatura sul mercato. Vi diró di più anzi: avete solo bisogno della MIGLIORE ATTREZZATURA pesata sul vostro attuale LIVELLO.
Una camera o delle luci troppo difficili non farebbero altro che confondervi e magari farvi passare questa stupenda passione.
Non dovete pensare alla frustrazione di non capire niente dei menu e dovete pensare invece che la fotografia e’ molto simile alla crescita: quando dovrete evolvervi in camera o lenti e’ una cosa che sicuramente sentirete man mano che proseguirete con gli scatti e che il vostro otturatore avrà macinato foto su foto.

E allora? come scelgo la mia prima macchina fotografica?
Beh, potrei salvarmi dicendoti:” Tutto dipende dalle tue esigenze e dalle tue ragioni unite a quanto tempo vorrai spenderci”.
In realtà la prima cosa che consiglio é di non scervellarsi troppo. Non vi serve nessun esperto per comprare una macchina fotografica. Sapete perché? Beh, perché BUDGET = 1 REFLEX BEN PRECISA.
Volete una reflex? Avete un budget? Bene, allora tra le file di Canon o Nikon troverete la camera per quel budget…nessuna magia!

Ricordatevi poi che non é l’attrezzatura a creare l’arte…siete VOI!
Potete possedere (e fidatevi che succede spesso purtroppo) la miglior macchina, le migliori lenti, un parco luci da millemila sesterzi ma…beh, se non ci siete voi…tutto tace!

Per illustrarvi il punto del discorso, qualche scatto direttamente dal rullino del mio iPhone…

SCEGLIERE LA FOTOCAMERA

Eh si! quando si tratta distogliere la fotocamera e’ sempre, sempre, molto difficile…vi capisco!
Innanzi tutto partiamo dalla tipologia.
Se avete la possibilità di scegliere tra COMPATTA, MIRRORLESS e DSLR, di sicuro dovreste scegliere una delle ultime due.
Una velocissima descrizione delle differenze:

MIRRORLESS: piccola, compatta, di grande qualità comparabile a  reflex di fascia medio alta. Le dimensioni ridotte obbligano a ridurre le dimensioni di memorie e batterie. Non sono per nulla amante delle memory card SD che trovo deboli e poco affidabili pero’ dai, c’e’ di peggio.
Il mio più grande problema parlando di mirrorless rimane la durata della batteria. Sono un felice possessore di Sony Alpha 7, l’ho usata per reportage editoriali e per molti tipi di clienti diversi ma la scarsa autonomia rimane per me un grosso ostacolo. Per il resto vince su tutto: ottiche di qualità, colori, risoluzione, file etc.

REFLEX (DSLR): E’ più rumorosa, pesante ed ingombrante. Si impugna meglio, ha batterie che durano una vita e mezza, mercatini dell’usato molto ma molto aggiornati e con grandi offerte. Non ci si può lamentare delle features video e come tutte le reflex ha la robustezza dalla sua.

Canon? Nikon? Sony? Mah…tutta questione di feeling. PUNTO. Ditemi tutto quello che volete ma la scelta tra le marche grandi e’ tutta solo questione di feeling.

E ORA? CHE FACCIO

COMPONI LE TUE IMMAGINI A REGOLA D’ARTE!

Una delle cose più basilari che vi potrei dire e’ anche quella più importante. Quella che dovrete portarvi sempre con voi…
Per creare una bella composizione dovete guardare con gli occhi e poi con la mente. Dovete analizzare la scena tra linee, colori ed elementi e creare un ordine ed una pulizia esemplari. Solo così sarete in grado di scattare immagini che lasciano il segno.
cercate l’armonia, cercate di non mettere nella foto elementi che distraggano dal soggetto e domandatevi sempre: si capisce il senso ed il significato di quest’immagine o può essere fraintesa?

CONSIGLIO PRO: Perché un’immagine possa parlare non avete per forza bisogno di mille elementi. La semplicità e’ uno dei modi migliori per ottenere super composizioni!


SCATTA DEI CLOSE UP!

Non abbiate paura di avvicinarvi, non abbiate paura di riempire il frame. Evitate tagli strani, insoliti, noiosi e avvicinatevi. Lasciate che il soggetto entri nelle vostre foto e che le sue emozioni entrino in voi.


MOVIMENTO!

Siate attivi, sempre! Muovetevi, spostatevi, E S P L O R A T E !
Un trucchetto da tenere in mente? Certo che ve lo do:

L’occhio umano vede tra 1.60 e 1.90 più o meno no? Bene, questa e’ l’altezza delle monotone foto point-and-shoot.
Provate soltanto ad alzarvi, abbassarvi, cambiare il punto di vista dalla routine. Ecco! Avete fatto il vostro primo passo per differenziarvi dalle classiche immagini!

CORSI E WORKSHOP

La formazione, questa sconosciuta.
E’ vero che é difficile trovare qualcuno che non voglia togliervi sesterzi dicendovi cose banali ma fidatevi…ci sono!
I corsi di fotografia fatti in maniera professionale, filosofica ed interessante sono rari ma ci sono! I tutorial su internet anche quindi…ricercate ricercate e ancora ricercate…e divertitevi!
Non c’é nulla di meglio che formazione, confronto e qualche nuova idea per partire!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Buona Luce a tutti voi!

Modix

 

157 Condivisioni

Non sono presenti commenti